PROTOCOLLO SIENA 7 bis (Responsabile: Prof. Marrelli)

CHANGING CLINICAL, PATHOLOGICAL AND THERAPEUTIC FEATURES OF GASTRIC CANCER OVER TIME: RESULTS OF AN ITALIAN NETWORK DATABASE

 

Introduzione

Lo studio rappresenta una prosecuzione del protocollo Siena 7, nel quale era stata analizzata la casistica di 6 Centri GIRCG riferita al periodo 1991-2005 [1]. L’analisi dei dati aveva evidenziato in particolare:

  • la riduzione progressiva del numero dei casi operati nel tempo, dovuta alla diminuzione delle forme intestinali distali, mentre l’istotipo diffuso e le forme prossimali erano rimaste sostanzialmente invariate
  • l’incremento del numero dei linfonodi asportati nel periodo più recente
  • l’assenza di incremento della probabilità di sopravvivenza a distanza
  • la riduzione della sopravvivenza delle forme affioranti, dovuta in particolare all’incremento percentuale dell’istotipo diffuso e ad un conseguente incremento delle recidive peritoneali

Studi recenti effettuati nel nord Europa sembrano confermare questo trend, con un incremento percentuale delle liniti plastiche e delle forme metastatiche [2-4].

Lo scopo principale dello studio è di valutare la tendenza all’incremento delle forme di tipo diffuso e le implicazioni prognostiche. Scopi secondari sono la valutazione dell’introduzione dell’approccio mini-invasivo e delle terapie neoadiuvanti nella pratica clinica.

Criteri di inclusione:

  • Diagnosi istologica di adenocarcinoma
  • Pazienti sottoposti a resezione, dal gennaio 1991 al dicembre 2010, per carcinoma gastrico primitivo; in alternativa, per i Centri che non avessero disponibile la casistica del periodo 1991-1995, possono essere inviati i dati del periodo 1996-2010.
  • Per i Centri di Siena, Forlì, Verona, Padova, Brescia e Roma (Cattolica) basta inviare i dati dell’ultimo periodo (2006-2010). Per gli altri periodi sarà richiesto l’aggiornamento del follow-up.

 

Dati richiesti:

  • Cognome e Nome (iniziali) o codice
  • Sesso
  • Età
  • Città di nascita
  • Città di residenza
  • Terapia neoadiuvante
  • Data Intervento
  • Tipo di intervento
  • Tipo di approccio (open, laparoscopico)
  • Estensione della linfoadenectomia
  • Radicalità (UICC)
  • Tipo residuo (nei casi R+)
  • Ricostruzione
  • Organi adiacenti infiltrati
  • Organi adiacenti resecati
  • Margini di resezione
  • Localizzazione della neoplasia
  • Lauren
  • Diametro
  • Infiltrazione parietale
  • T (UICC 7th ed.)
  • N
  • M
  • Sede metastasi
  • Numero linfonodi asportati
  • Numero linfonodi metastatici
  • Complicanze post-operatorie
  • Mortalità post-operatoria
  • Data ultimo controllo o data decesso
  • Stato vitale
  • Causa di morte
  • Data di recidiva (opzionale)
  • Sede della recidiva (opzionale)
  • Terapie adiuvanti

References:

  1. Marrelli D, Pedrazzani C, Morgagni P, de Manzoni G, Pacelli F, Coniglio A, Marchet A, Saragoni L, Giacopuzzi S, Roviello F. Collaborators: Vindigni C, Tomezzoli A, Vittimberga G, Rosa F, Tiberio G, Baiocchi GL, Rossi GM, Nitti D. Changing clinical and pathological features of gastric cancer over time. Br J Surg 2011; 98:1273-83.

  2. Dassen AE, Lemmens VE, van de Poll-Franse LV, Creemers GJ, Brenninkmeijer SJ, Lips DJ, Vd Wurff AA, Bosscha K, Coebergh JW. Trends in incidence, treatment and survival of gastric adenocarcinoma between 1990 and 2007: a population-based study in the Netherlands. Eur J Cancer. 2010 Apr;46(6):1101-10. doi: 10.1016/j.ejca.2010.02.013.

  3. Jézéquel J, Bessaguet C, Verveur C, Faycal J, Richert Z, Metges JP, Volant A, Nousbaum JB, Robaszkiewicz M. Trends in incidence, management, and survival of gastric and cardia carcinomas in the area of Finistere (France) between 1984 and 2003. Eur J Gastroenterol Hepatol. 2010 Dec;22(12):1412-9

  4. Bernards N, Creemers GJ, Nieuwenhuijzen GA, Bosscha K, Pruijt JF, Lemmens VE. No improvement in median survival for patients with metastatic gastric cancer despite increased use of chemotherapy. Ann Oncol. 2013 Dec;24(12):3056-60. doi: 10.1093/annonc/mdt401. 

 

ADESIONI CONFERMATE: SIENA, VERONA, FORLI’, BRESCIA, ARCO-ROVERETO, TORINO, ROMA 1, BOLOGNA, PARMA, VARESE, MILANO HUMANITAS, AREZZO VALDARNO