PROTOCOLLO FORLI’ 7 (Responsabile: Dr. Luca Saragoni) l.saragoni@ausl.fo.it Up-grade della definizione di Early Gastric Cancer : validazione del ruolo del sottotipo tumorale PEN A secondo la Classificazione di Kodama come fattore prognostico indipendente sfavorevole

PREMESSA : la definizione di Early Gastric Cancer  (EGC) attualmente in uso è quella introdotta dalla scuola giapponese alla fine degli anni 60. Tale definizione andrebbe rivisitata anche alla luce dei risultati da noi pubblicati su una casistica retrospettiva di 530 pazienti (Gastric Cancer 2013), che ben dimostra quanto eterogenea sia la neoplasia “early”, con tumori, che, pur soddisfacendo i criteri proposti dalla scuola giapponese, in realtà hanno un comportamento clinico del tutto simile a quello del cancro avanzato.

OBIETTIVI : è obiettivo dello studio la verifica e la eventuale validazione dei risultati da noi ottenuti su una casistica retrospettiva ancora più ampia e, nel caso di una validazione dei dati già pubblicati, è presumibile avanzare la proposta di rivisitazione della attuale definizione di EGC con maggiore forza e autorevolezza.

METODI :

  • Tutti i pazienti con diagnosi istologica di EGC su pezzo operatorio
  • Follow-up di almeno 5 anni
  • Classificazione macroscopica  secondo i criteri di Parigi
  • Dimensioni del tumore
  • Sede del tumore
  • Classificazione istologica secondo i criteri di Lauren
  • Classificazione di Kodama (vedi allegato)
  • Invasione linfovascolare
  • Distinzione tra tumori SM1 secondo i criteri di Parigi (SM secondo Kodama) e SM2 secondo i criteri di Parigi (PEN A e PEN B secondo Kodama)
  • Classificazione pTNM (7th Edition)
  • Numero totale dei linfonodi asportati
  • Numero dei linfonodi metastatici
  • Analisi statistica centralizzata (Forlì)